IMG0022

facebook
instagram
linkedin
whatsapp

Il pagamento della consulenza, degli itinerari, della stesura di itinerari personalizzati in base alle proprie esigenze o del diario di viaggio, è possibile tramite bonifico bancario, conto Paypal o Satispay. Verrà richiesto un acconto in base al tipo di lavoro svolto. Ricordo che nel caso di prenotazione di viaggi complessi (superiori ai 1500 € di valore) l’intero importo di consulenza sarà stornato dal totale del viaggio.

Viaggi e Gite con Laura

 

Blog di Viaggi e Consulenza

Professionalità e passione per i viaggi


facebook
instagram
linkedin
whatsapp

P.IVA: 03917040135 -  Viaggi e gite con Laura -  info@viaggiegiteconlaura.com

COOKIE POLICY

Blog

Ah, sì, non te l’ho detto… questo sito è nato come un blog, per raccontare i miei viaggi e le possibili mete future.

L’attività del blog ha avuto una pausa dovuta alla grande avventura iniziata con la nascita di mia figlia Lucilla ma, adesso che è cresciuta e ha iniziato ad assaporare anche lei la bellezza dei viaggi, ho deciso di tramutare la passione in una professione.

    Magico Perù

    29/05/2015 00:00

    Laura

    Mondo, America Latina, perù, cultura inca, Lima, Paracas, Nazca, linee di nazca, arequipa, puno, isole galleggianti degli uros, lago titicaca, cuzco, cordigliera delle ande, ande, paesaggio andino,

    Magico Perù

    Magico Perù Paese affascinante, unico, meraviglioso e altrettanto misterioso… Terra dove la natura prevale su tutto, tra aspre montagne, colline verde

    Magico Perù

    Paese affascinante, unico, meraviglioso e altrettanto misterioso… Terra dove la natura prevale su tutto, tra aspre montagne, colline verdeggianti e mare. In passato, il popolo degli Incas aveva già visto un potenziale, dove poter basare le radici della propria civiltà. Eccoci nel suggestivo Perù!

    La cultura inca e le altre culture precolombiane hanno lasciato sicuramente il segno nelle città e nei centri archeologici, tramandando di generazione in generazione emozioni fortissime e stupore. I costumi tradizionali inoltre fanno parte ancora oggi della vita della gente locale, che non dimentica le proprie origini.

    Da dove può partire un viaggio in questo Paese dalle mille sfaccettature, se non dalla sua capitale? Lima, una delle più grandi città dell’America Latina, è la massima espressione dell’architettura coloniale spagnola, con palazzi colorati e piccole vie. E’ anche una città moderna al di fuori del centro storico, dove passare del tempo a divertirsi, soprattutto la sera. In centro si inizia la passeggiata dalla Plaza Mayor, dove si ammirano ad ogni angolo maestosi ed eleganti monumenti, come la Cattedrale, il Palazzo del Governo e il Municipio. La Cattedrale all’esterno lascia senza parole, con la sua facciata e i suoi campanili così perfetti; l’interno invece è più semplice, anche se comunque elegante e ricco di storia e arte, oltre che di diversi altari laterali ed un bellissimo coro. Non può di certo mancare una visita a uno degli edifici più significativi della città. Sempre in centro spiccano altre bellezze architettoniche imperdibili, che sicuramente destano fascino e curiosità, come ad esempio il Convento di Santo Domingo e il Convento di San Francisco, oltre ai bei balconi in legno intagliato che rendono particolari le abitazioni e i palazzi di una certa importanza. Tutto sembra a misura d’uomo, fatto apposta per essere guardato e fotografato. Prima di lasciare la città, una tappa al Museo Larco Herrera è l’ideale, per poter conoscere da vicino una parte della cultura peruviana, tramite una bella e ricca collezione di gioielli in oro e argento.

     

    Una meta sensazionale da non tralasciare è Nazca, da raggiungere tramite la città di Paracas. Il sorvolo delle linee di Nazca, fa vivere emozioni intense. Queste linee tracciate sul terreno sono affascinanti quanto misteriose, sia per la loro posizione su un altopiano arido, sia per il modo in cui sono state disegnate. 800 disegni circa, che includono soprattutto profili stilizzati di animali. Molti scommettono sulla creazione soprannaturale di queste linee. L’uomo può aver fatto tutto da solo? Dai finestrini dell’aereo si possono cercare di decifrare le immagini, più o meno nitide, scorgendo anche il paesaggio sottostante e il mare. Per fortuna il vento qui è molto moderato e questo capolavoro non ha subito danni durante i secoli, rimanendo sempre ben visibile dall’alto. Che bellissima avventura. Le foto non si contano sulle dita, sicuramente!!!

     

    E’ ora di dirigersi verso Arequipa, detta anche la “Città Bianca”, per il colore della stragrande maggioranza dei suoi edifici. Forse la più bella città coloniale peruviana, con un centro storico davvero invidiabile. Qui si ammirano il Monastero di Santa Catalina e la Cattedrale, imponenti ma sobri, inoltre una bellissima città spagnola in miniatura con stradine in pietra, piazze e palazzi con begli atri tutti da fotografare. La città lascia senza parole anche grazie ai dintorni, circondati dai vulcani Chachani e Misti e dal ghiacciaio Pichu Pichu. Bellezze architettoniche e naturali a confronto, creano un mix unico ed affascinante. A poche ore dalla città ci si può concedere una visita prettamente rilassante alla Valle del Colca, dove si trovano delle floride terrazze preincaiche coltivate a mais, orzo, grano e si ammirano gli abitanti del posto con colorati abiti tradizionali. Per completare questa graziosa avventura non si può fare altro che attendere un battito d’ali, quello del condor che qui vive ancora indisturbato. Osservare il volo del condor è una delle esperienze più belle e gratificanti da fare in Perù.

     

    perumagico5-1614358943.jpgperumagico9-1614358949.jpgperumagico12-1614358954.jpgperumagico11-1614358959.jpgperumagico18-1614358966.jpgperumagico19-1614358970.jpgperumagico7-1614358976.jpgperumagico16-1614358980.jpgperumagico4-1614358984.jpg

    E’ giunta l’ora di trasferirsi a Puno, attraversando paesaggi bellissimi fatti di valli, altipiani e montagne, abitati dalle simpatiche vigogne. Nella baia di Puno si trovano le isole galleggianti degli Uros, costituite da canne di totora, la tipica vegetazione del lago. Queste canne sono tenute insieme per permettere agli abitanti della zona di vivere qui sopra. La pesca è la maggior attività di questa popolazione indios, che vive di semplicità circondata da bellezze naturali. Le isole sono circa una ventina e ognuna è abitata dalle 3 alle 10 famiglie. Questa esperienza trasmette molto a noi occidentali, abituati a vivere nella nostra normalità, in case accoglienti e circondati da mille opportunità. Qui si apprezza lo stile di vita semplice e l’allegria della gente che con poco ha costruito tanto.

    Una delle isole galleggianti degli Uros

    Puno è anche la porta per il Lago Titicaca. La Riserva Nazionale del Titicaca, è stata creata per preservare le risorse naturali del lago. Anfibi, uccelli, pesci rendono interessante la visita. I fenicotteri con il loro bel piumaggio e la loro eleganza possono essere definiti il simbolo della zona. Le piante acquatiche fanno da contorno a questa bellissima esplosione di natura.

     

    Dopo Puno, la prossima tappa è Cuzco. Si attraversa la prorompente Cordigliera delle Ande, in un ambiente quasi surreale. La città, sempre di impronta coloniale, è molto carina e compatta, con la vivace Plaza de Armas e la sua bella Cattedrale. Nella facciata e nell’interno domina lo stile rinascimentale e le decorazioni sono ricche e sfarzose, con la presenza di alcune statue. Il coro e il pulpito rapiscono lo sguardo per la loro bellezza. Come tutte le chiese di impronta coloniale, ha un certo impatto visivo dall’esterno. A Cuzco è bello perdersi nelle vie, ammirare i palazzi, scoprire la tradizione di un popolo sempre cordiale, magari anche a tavola.

     

    Il motivo principale della tappa a Cuzco però è sempre la sua relativa vicinanza ad una delle attrazioni principali del Perù: la bellissima e straordinaria area archeologica di Machu Picchu. Da brivido per chi soffre di vertigini o pressione alta. La cittadella di Machu Picchu, nascosta tra le montagne, è rimasta avvolta nel mistero per moltissimi secoli. Di certo, vedendo dove è situata, si può capire il motivo. Può essere raggiunta in treno, il famoso convoglio blu che tra una curva e uno “sballonzolamento” porta a questa meravigliosa opera dell’uomo. Probabilmente nel passato fu usata come luogo di adorazione o come osservatorio di stelle. La zona sacra consiste in piazze, templi, tombe, scale e canali intagliati in pietra. L’abilità nel costruire in questa zona remota, come per le linee di Nazca, spesso fa pensare a qualcosa di soprannaturale, di non reale. La bellezza di questo luogo è anche dovuta al mistero, all’alone magico che pervade tra un prato e l’altro. La scalinata principale è molto ripida e adatta a chi ha molto coraggio e non si spaventa di quello che si trova al di sotto. Esperienza memorabile, sicuramente una delle più affascinanti, strane, bizzarre, spaventose (nel senso buono) della vita di un viaggiatore.

     

    Passando ancora per Cuzco, si procede ancora per la capitale Lima, per concludere un viaggio passionale, piacevole, intrigante. Perché il Perù è tutto questo, è pura magia!!! Un viaggio così non si dimentica!!!

    perumagico15-1614358993.jpgperumagico14-1614359022.jpgperumagico3-1614359028.jpgperumagico2-1614359106.jpgperumagico10-1614359112.jpgperumagico13-1614359119.jpg
    Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder