IMG0022

facebook
instagram
linkedin
whatsapp

Il pagamento della consulenza, degli itinerari, della stesura di itinerari personalizzati in base alle proprie esigenze o del diario di viaggio, è possibile tramite bonifico bancario, conto Paypal o Satispay. Verrà richiesto un acconto in base al tipo di lavoro svolto. Ricordo che nel caso di prenotazione di viaggi complessi (superiori ai 1500 € di valore) l’intero importo di consulenza sarà stornato dal totale del viaggio.

Viaggi e Gite con Laura

 

Blog di Viaggi e Consulenza

Professionalità e passione per i viaggi


facebook
instagram
linkedin
whatsapp

P.IVA: 03917040135 -  Viaggi e gite con Laura -  info@viaggiegiteconlaura.com

COOKIE POLICY

Blog

Ah, sì, non te l’ho detto… questo sito è nato come un blog, per raccontare i miei viaggi e le possibili mete future.

L’attività del blog ha avuto una pausa dovuta alla grande avventura iniziata con la nascita di mia figlia Lucilla ma, adesso che è cresciuta e ha iniziato ad assaporare anche lei la bellezza dei viaggi, ho deciso di tramutare la passione in una professione.

    Madagascar, tra lemuri e mare…

    13/05/2015 00:00

    Laura

    Mondo, africa, madagascar, lemuri, baobab, sifaka, ranomafana, antananarivo, isalo, fianarantsoa, ambalavao, nosy be,

    Madagascar, tra lemuri e mare…

    Madagascar, tra lemuri e mare… Chi si ricorda del leone Alex, della zebra Marty, della giraffa Melman e di Gloria l’ippopotamo, che da New York finisc

    Madagascar, tra lemuri e mare…

    Chi si ricorda del leone Alex, della zebra Marty, della giraffa Melman e di Gloria l’ippopotamo, che da New York finiscono, per errore, in una splendida isola africana: il Madagascar?

    Dai cartoni animati alla realtà, il passo è breve…

    A maggio inizia la stagione secca e affrontare un viaggio in questo mese dà la possibilità di godere appieno delle bellezze di questa isola meravigliosa e rigogliosa, del clima non troppo caldo e dei luoghi non troppo affollati.

    Un viaggio in questa terra non è da limitare solo alle vacanze al mare, al relax, al sole, ma da ampliare alla scoperta di luoghi incantati, immersi in una natura a noi quasi sconosciuta. Una vera avventura, in cui si deve mettere alla prova il proprio spirito di adattamento, per vivere un’esperienza indimenticabile senza soffrire troppo dell’assenza di infrastrutture turistiche di alto livello, se non nelle più note località di mare.

    Arrivati in Madagascar, di solito la prima tappa da visitare è la capitale Antananarivo, più amichevolmente soprannominata “Tana”. La città di per sé trasmette già l’idea delle mille emozioni che questo paese regala, immersa nei più svariati colori dei suo mercatini tipici, inebriata dai profumi delle varie spezie, che qui si trovano in abbondanza. Seppur caotica e ricca di sfumature, attrae per la sua particolarità e per un altro assaggio di questa terra: il Lemur’s Park. Il lemure, un animale esotico, buffo, che incuriosisce per le sue abitudini di vita. Il parco è privato e i lemuri che si trovano qui vivono in completa libertà, quindi ci si può imbattere in alcuni esemplari che scendono al suolo e camminano verso gli umani come se fosse la loro più naturale abitudine. Qui si trova anche il Sifaka che è soprannominato “lemure ballerino”, a causa della sua andatura saltellante.

    Vogliamo però iniziare a conoscere ancora meglio la natura del Madagascar inoltrandoci nelle sue foreste?

    Si parte così con tutto l’entusiasmo per Ranomafana… I chilometri che dividono questa magnifica foresta pluviale dalla capitale sono oltre quattrocento, ma armati di pazienza e curiosità, il percorso non è troppo stancante. Il parco è Patrimonio dell’Unesco e non potrebbe essere altrimenti. Qui si trovano varie specie di uccelli, lucertole, camaleonti, farfalle e i famosi lemuri. I colori delle varie piante endemiche si mescolano a quelli degli animali, tutto in un’esplosione di emozioni e di ricordi che rimangono indelebili. Come quello dei piccoli lemuri aggrappati alle loro madri, con la loro lunga coda bianca e nera, che serve come aiuto per saltare da un ramo all’altro all’interno del loro habitat. Il parco, trovandosi in una zona montuosa, presenta, inoltre, anche una bella cascata da visitare, per rigenerarsi un po’ dopo le fatiche della giornata.

    madagascar02-1614355537.jpgagdags7-1614355651.jpgagdags8-1614355656.jpgagdags3-1614355661.jpgmadagascar06-1614355671.jpgagdags10-1614355718.jpgagdags11-1614355724.jpgagdags12-1614355730.jpgagdags1-1614355736.png

    La cosa bella del viaggio in Madagascar è poter assaporare l’ospitalità dei vari lodge, situati in ogni zona naturalistica, accoglienti anche se molto semplici. Si potrà, così, vivere immersi in un ambiente mozzafiato, a volte fatto di silenzi che fanno meditare e, a volte, di suoni provocati dagli animali che popolano le foreste oltre che delle luci dei colori dei fiori.

    Altro luogo da non perdere è Isalo, che si raggiunge dopo essere passati per Fianarantsoa e Ambalavao, attraverso vigneti e bellissimi paesaggi rurali. Il Parco Isalo è unico nella sua specie, fatto di formazioni granitiche giurassiche. Le precipitazioni non sono molto abbondanti in questa zona e quindi la vegetazione è assai rada, ma caratterizzata dai famosi baobab nani, che sono una peculiarità dell’isola. Le cascate e le piscine naturali completano questo scenario fatto di canyon e gole, erose dal vento nel corso dei secoli. Il “canyon dei Topi” e il “canyon delle scimmie” sono i principali, circondati dal verde vivo delle oasi e dall’acqua cristallina delle piscine naturali, dove il relax è d’obbligo.

    Dopo la visita, facendosi vicino il tempo del tramonto, ci si può dirigere verso la “Finestra dell’Isalo” dove le rocce di un colore intenso dovuto ai licheni, hanno creato una fenditura a forma di finestra. Lo spettacolo dato dal sole rosso lascia d’incanto e invoglia a passare qui altri indimenticabili giorni. Sembra veramente di stare in un altro mondo, lontani da casa, lontani dal caos e dalle abitudini quotidiane.

    E’ difficile abbandonare questi luoghi magici per tornare a casa, quindi la soluzione migliore è passare altro tempo, magari però su una bella spiaggia dorata… Allora perchè non tornare a “Tana” per poi salire su un aereo per Nosy Be?

    Nosy Be è un’isola nell’isola, e all’arrivo si è sicuramente attirati dalle fragranze del caffè, della vaniglia, dell’Ylang-Ylang… La cordialità delle persone è poi una scoperta molto piacevole. Gli abitanti nonostante la semplicità della loro vita, riescono a coccolare chi visita le loro zone. La bellissima baia di Andilana è la più grande attrattiva di Nosy Be, con il suo fascino e il suo mare cristallino. E’ sicuramente un piccolo paradiso, non molto lontano dall’idea che si possa avere dell’Eden. Qui si possono trovare anche le comodità di un villaggio turistico, per chi negli ultimi giorni di vacanza volesse ama la comodità con un drink alla mano, per poter brindare ai bellissimi ricordi.

     Madagascar… Ci avevate mai pensato? Terra unica di contrasti, dalle mille risorse non ancora sviluppate, ma che proprio per questo riesce ad affascinare la persona più curiosa ed intraprendente. Buona scoperta!!!

    Tag

    agdags13-1614355743.jpgagdags14-1614355748.jpgagdags16-1614355752.jpg
    agdags5-1614355769.jpgagdags15-1614355774.jpgagdags17-1614355779.jpgagdags1-1614355784.jpg
    Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder