IMG0022

facebook
instagram
linkedin
whatsapp

Il pagamento della consulenza, degli itinerari, della stesura di itinerari personalizzati in base alle proprie esigenze o del diario di viaggio, è possibile tramite bonifico bancario, conto Paypal o Satispay. Verrà richiesto un acconto in base al tipo di lavoro svolto. Ricordo che nel caso di prenotazione di viaggi complessi (superiori ai 1500 € di valore) l’intero importo di consulenza sarà stornato dal totale del viaggio.

Viaggi e Gite con Laura

 

Blog di Viaggi e Consulenza

Professionalità e passione per i viaggi


facebook
instagram
linkedin
whatsapp

P.IVA: 03917040135 -  Viaggi e gite con Laura -  info@viaggiegiteconlaura.com

COOKIE POLICY

Blog

Ah, sì, non te l’ho detto… questo sito è nato come un blog, per raccontare i miei viaggi e le possibili mete future.

L’attività del blog ha avuto una pausa dovuta alla grande avventura iniziata con la nascita di mia figlia Lucilla ma, adesso che è cresciuta e ha iniziato ad assaporare anche lei la bellezza dei viaggi, ho deciso di tramutare la passione in una professione.

    Le Langhe in autunno...

    11/11/2020 14:49

    Laura

    Italia, Gite, langhe, piemonte, monforte d'alba, barolo, la morra, barbaresco, neive, coazzolo, vigneti, vigne, viaggi, turismo enogastronomico, turismo culturale, borghi più belli d'italia, borghi, monumenti, museo del vino, museo dei cavatappi, castello di barolo, autunno, italia, gite in italia, gite piemontesi, cappella colorata, vigna dei pastelli, museo della donna selvatica, romano levi,

    Le Langhe in autunno...

    Avete mai pensato a una gita nelle Langhe in autunno? Forse è la stagione più evocativa dell'anno in questa zona pittoresca...

     

    Le Langhe in autunno...

     

     

     

     

     

    Avete mai pensato a una gita nelle Langhe in autunno? Forse è la stagione più evocativa dell'anno in questa zona pittoresca del Piemonte, costellata da ridenti colline e vigneti. L'impatto visivo mentre si arriva in queste zone è notevole. Noi abbiamo trovato in mattinata la nebbia a farci compagnia, che però è stata in un certo senso un valore aggiunto, per l'alone di mistero che circondava il paesaggio. 

    La nostra visita inizia dal borgo di Monforte d'Alba. Parcheggiamo nella parte bassa e se vogliamo più "moderna" per poi incamminarci verso il centro antico, arroccato sulla collina e davvero fiabesco. La nebbia continua ad accompagnarci mentre saliamo tra le viuzze e le scalinate, sbirciando tra gli scorci panoramici, tra una casa, un'enoteca e giardini curati. I colori autunnali rendono la bellezza del paesaggio molto particolare. Continuiamo a salire per poi arrivare al Campanile e alla Chiesa dei Disciplinati in Piazza Antica Chiesa, ammirando la loro bellezza architettonica ed entrando nella chiesa per curiosare i dipinti di una mostra temporanea. Dopo aver sostato in questa piazza per scattare foto, scendiamo per arrivare alla Chiesa Parrocchiale Madonna della Neve, con il suo caratteristico portale e la piazzetta antistante con la scalinata. Camminiamo in centro, notiamo con piacere che è ricco di piccoli locali caratteristici ed enoteche molto curate. Monforte d'Alba, come ogni paesaggio delle Langhe che si rispetti, è circondata da spettacolari vigneti che in questa stagione regalano colori mozzafiato.  

    img0550-1605089107.JPGimg0569-1605089208.JPGimg0585-1605089275.JPGimg0591-1605089327.JPGimg0610-1605089512.JPGimg0634-1605089563.JPGimg0635-1605089758.JPGimg0641-1605089923.JPG

    Lasciamo Monforte d'Alba per dirigerci a Barolo, dove eravamo già stati qualche anno fa, ammirando le colline, i vigneti e le cantine nei dintorni. La nebbia inizia a diradarsi e davanti a noi si apre il bellissimo scorcio sul borgo, sovrastato dalla mole del suo Castello. Barolo, conosciuta anche per il vino che qui di produce, è veramente un incanto, una piccola perla incastonata nella natura, che rievoca epoche passate nei suoi stretti vicoli. Paseggiamo in centro sostando davanti ai negozietti tipici, alle enoteche, ai ristorantini, per arrivare nei pressi del Castello, che al suo interno cela il Museo del Vino, emozionante percorso nella cultura vitivinicola sia locale che nazionale. A due passi dal castello si trova anche il piccolo Museo dei Cavatappi, che ci siamo ripromessi di visitare durante il nostro prossimo viaggio nelle Langhe. Abbiamo avuto modo di ammirarne l'ingresso e di immaginare la bellezza e la particolarità di questo museo. Non poteva mancare a Barolo una deliziosa degustazione di vino e prodotti tipici, prima di lasciare il paese e dirigersi verso Neive, sostando per le colline che circondano La Morra e Grinzane Cavour, altre tappe che ci siamo prefissati di vedere prossimamente. 

    img0644-1605090395.JPGimg0646-1605090434.JPGimg0647-1605090504.JPGimg0656-1605090592.JPGimg0657-1605090661.JPGimg0659-1605090728.JPGimg0669-1605090829.JPGimg0670-1605090891.JPGimg0671-1605090970.JPGimg0688-1605091162.JPG

    Prima di arrivare a Neive, ci soffermiamo, tra una curva e l'altra, ad osservare il bellissimo paesaggio, soprattutto nei pressi dei vigneti vicino al borgo di Barbaresco. Filari ordinati e colorati di vite, nella loro tipica bellezza autunnale. E' impressionante vedere tutta questa meraviglia in un solo luogo. 

    img0696-1605091404.JPGimg0700-1605091476.JPG

    Neive, il borgo a cui abbiamo dedicato una visita accurata in questa giornata, grazie all'Ufficio Turistico di Neive, ci ha fatto letteralmente innamorare già al primo sguardo. Paesaggi mozzafiato, abitazioni caratteristiche e decorazioni autunnali ci hanno accolto prima di pranzare in un ristorante del luogo che coniuga modernità e tradizione, il Degusto. Abbiamo pranzato veramente bene con tipici prodotti locali accompagnati da un ottimo bicchiere di vino. Subito dopo abbiamo iniziato ad esplorare il paese, uno dei Borghi più Belli d'Italia. Abbiamo passeggiato tra antiche caseforti, soffermandoci ad ammirare balconi caratteristici, la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo dal suo interno semplice ma pittoresco, la Chiesa Ortodossa con le icone coloratissime e molto suggestive. Continuando a passeggiare siamo arrivati alla bellissima Torre dell'Orologio, dove, salendo una scala a chiocciola in ferro, abbiamo avuto la fortuna di aprire il nostro sguardo su un panorama stupendo, con il sole che ci ha regalato uno spettacolo unico sui dintorni ammantati di vigneti. Da rimanere indubbiamente a bocca aperta!!! Tornando verso il centro e verso il Municipio, abbiamo avuto l'occasione di visitare il particolare Museo della Donna Selvatica, dove abbiamo seguito con cura la storia e le vicende di Romano Levi, il produttore di una grappa unica, dalle etichette che lui personalizzava in modo creativo per ogni bottiglia. Il museo è piccolo ma davvero suggestivo e  conoscerlo è stato davvero interessante. Personalmente consiglio di passare una bella giornata a Neive per scoprire un borgo ancora autentico e decisamente incantevole. Per finire in bellezza la visita del borgo, abbiamo passeggiato fino ad arrivare ai vigneti, per poi risalire una scalinata e dirigerci verso il parcheggio, per salire in auto e andare alla scoperta di un'altra bellissima zona delle Langhe. 

    img0708-1605092823.JPGimg0718-1605092897.JPGimg0721-1605092948.JPGimg0724-1605093026.JPGimg0731-1605093083.JPGimg0733-1605093181.JPGimg0736-1605093257.JPGimg0745-1605093329.JPGimg0747-1605093417.JPGimg0755-1605093479.JPGimg0771-1605093570.JPGimg0777-1605093628.JPG
    img0778-1605093799.JPGimg0793-1605093885.JPGimg0803-1605102580.JPGimg0812-1605102646.JPGimg0826-1605102709.JPGimg0829-1605102911.JPG

    L'ultima tappa qui nelle Langhe è a Coazzolo, dove andiamo subito a visitare la Chiesetta colorata della Beata Maria Vergine del Carmine, con le sue pareti dipinte progettate dall'artista britannico David Tremlett. Immersa nel paesaggio vitivinicolo circostante, emana un fascino unico e irrinunciabile, dove perdersi ad osservare l'orizzonte. Camminando in zona, si arriva alla bellissima e particolare Vigna dei Pastelli, con un percorso molto carino all'interno di un vigneto, circondato appunto da una miriade di matite colorate giganti, gioia per gli occhi e poesia per la mente. 

    img0843-1605103272.JPGimg0852-1605103534.JPGimg0855-1605103676.JPGimg0864-1605103957.JPGimg0868-1605104222.JPGimg0874-1605104469.JPGimg0878-1605105161.JPGimg0879-1605105434.JPGimg0883-1605105534.JPGimg0889-1605105677.JPGimg0892-1605105875.JPGimg0895-1605106066.JPG

    Purtroppo dobbiamo rientrare, ma le Langhe, a solo due ore di macchina da casa nostra, saranno sicuramente nella nostra "wish list" per altre visite più approfondite, nei luoghi dove la natura si mescola sapientemente con la mano dell'uomo, creando paesaggi meravigliosi adagiati in mezzo a piccoli e grandi borghi senza tempo. 

    Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder